Ormai si è superato il limite, governi di incapaci che si susseguono alternandosi a  governi pseudo tecnici guidati sempre e comunque non di certo dall’amore per la Patria e dall’interesse del bene dei suoi cittadini, ci hanno ridotto in miseria, hanno fatto in modo che l’Italia, la nazione più ricca di arte, di cultura, di bellezze naturali sia ora ridotta a zimbello, siamo entrati in un’Europa che tutto è fuorché l’Europa dei popoli, è invece lo strumento per annichilire le nostre peculiarità a favore della finanza mondiale con lo scopo di renderci una massa di poveri, di lavoratori a basso costo, di consumatori teleguidati da abili imbonitori televisivi. E’ arrivato il momento di dire basta e bisogna avere il coraggio di dirlo forte, non basta più accontentarsi di sentirlo dire o meglio ancora di farlo dire ad altri, no ognuno di noi ha oggi il dovere di alzarsi in piedi e affrontare una situazione insostenibile, lo dobbiamo fare per noi, per i nostri padri e nonni, soprattutto lo dobbiamo fare per i nostri figli! Per far questo dobbiamo avere la consapevolezza e riconoscere che i signori che oggi occupano le sedie del parlamento sono arrivati là grazie a chi li ha votati, lasciamo perdere i sistemi perversi con cui le segreterie dei partiti (tutti) fanno in modo di gestire la cosa, sono là, ben accomodati grazie ai sistemi che la democrazia manipolata ha loro concesso.

Quanti, lusingati dalla novità e dalla giovane grinta hanno dato fiducia ai pentastellati?, quanti ancora credono, o forse no, nelle capacità divine del grande imprenditore di Arcore?, quanti hanno seguito estasiati il capitano per ora trovarsi a fianco di chi erano convinti di combattere?, e infine quanti, capito di aver sbagliato,  hanno rivolto le loro simpatie al partito della Meloni convinti sia l’unica coerente nel panorama politico nazionale? Per cambiare radicalmente c’è bisogno di un Fronte unito che coinvolga la forza la passione la volontà degli italiani, dobbiamo unirci senza pensare da dove veniamo ma solo ed esclusivamente a dove, tutti insieme, vogliamo andare, l’obiettivo non è da poco, la salvezza dell’Italia dei nostri figli e dei nostri nipoti è e sarà il nostro impegno, il Fronte Nazionale, mai nome di un movimento fu più indovinato ed attuale di questo, può e deve diventare punto di approdo per chiunque voglia fare, accogliere quanti vagano confusi tra le mille sigle che costellano la cosiddetta area, gruppuscoli ormai che non hanno ragione di esistere, tutti noi abbiamo una storia, fatta di scelte giuste e sbagliate, ora è il momento di fare quella giusta.

Di staff