Storia

Storia del Fronte Nazionale

28 settembre 1997 – viene lanciato a Roma con una grande manifestazione al cinema Capranica il Fronte Nazionale appoggiato da Jean-Marie Le Pen. E’ presente il deputato europeo del Front National francese Ivan Blot.

Novembre 1997 – Il FN non partecipa alle elezioni comunali, ma a dimostrazione della sua impostazione innovativa anche sul piano elettorale dileggia tutti i candidati che riempiono le città con manifesti con le loro facce con striscioni di vario tipo: “disertore della vanga”, “poche idee ma ben confuse”, “terrore dei pollai”.

Dicembre 1997 – in occasione del Natale, viene lanciata la campagna Compra Italiano.

Febbraio 1998 – vengono organizzate in varie parti d’Italia manifestazioni di protesta contro i Mac Donald: panini con la porchetta sono offerti ai cittadini a Roma e con salame di Milano a Milano davanti alle sedi principali di Mac Donald.

Febbraio 1998 – una delegazione del Fronte Nazionale va a Bagdad come scudi umani contro i proditori bombardamenti americani.

23-24 maggio 1998 – I° Convegno Programmatico del Fronte a Vietri sul mare cui partecipano tra gli altri Carlo Terracciano, esperto in geopolitica, Giacinto Auriti, studioso e realizzatore della proprietà popolare della moneta, Massimo Fini, editorialista controcorrente, Daniele Vimercati, direttore della Padania, organo della Lega Nord. Viene approvata la Piattaforma politica programmatica

Estate 1998 – II° Campo dei ribelli

Novembre 1998 – il Fronte partecipa alle elezioni provinciali di Roma dove raggiunge oltre 25.000 voti pari all’1,6% con oltre 16.000 voti a Roma città pari ad oltre l’1,8%

Dicembre 1998 – Il quotidiano Rinascita diventa organo del Fronte Nazionale

Estate 1999 – III° Campo dei Ribelli

Estate 2000 – IV° Campo dei Ribelli

Estate 2001 – V° Campo dei Ribelli

2001 – I° Congresso del Fronte Nazionale che sancisce l’entrata di vari esponenti di gruppi minoritari e trasforma il nome in Fronte Sociale Nazionale

Marzo 2002 – Il Fronte Nazionale si schiera con la CGIL contro le modifiche all’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori partecipando alla manifestazione del Circo Massimo a Roma con oltre tremila militanti.

23-25 agosto 2002 – VI° Campo dei Ribelli a Pietrabbondante (Isernia)

19-20-21 novembre 2004 a Montesilvano si svolge il II° Congresso del Fronte Nazionale che sancisce la costituzione del cartello elettorale con Alessandra Mussolini, MSFT e Forza Nuova

2011 – Nel tentativo di creare uno strumento unitario sulle posizioni su enunciate, viene siglato un patto federativo con il partito La Destra.

Giugno 2013 – Per il divaricarsi degli obiettivi viene sciolto il patto federativo ed il Fronte Nazionale torna a strutturarsi coprendo tutto il territorio nazionale ed eleggendo vari amministratori.

30 Novembre 2014 – Chianciano terme (Si) Si tiene la 1° Conferenza Programmatica del nuovo corso.

Referendum 2016 – In occasione del referendum costituzionale il Fronte Nazionale sostiene il NO.

2 Luglio 2017 – nel Comitato Centrale riunitosi a Roma si decide di mettere a riposo la struttura per le difficoltà ad individuare uno spazio politico da occupare, mantenendo comunque attive le realtà territoriali in ambito amministrativo e culturale.